Il primo web-magazine interamente dedicato a barche d'epoca e classiche, yachting, marineria, tradizione navale, velieri, modellismo, cantieristica, restauri e new classic.

fondata

Coppa Ponte Vecchio Firenze 2018 Foto Maccione 25Per la prima volta, lo scorso 1 giugno 2018, i Dinghy 12’ hanno regatato a Firenze sul fiume Arno in occasione della I Coppa Ponte Vecchio, organizzata dall’associazione Vele Storiche Viareggio in collaborazione con il Circolo Canottieri Firenze, la sezione Dinghy Classico dell’Associazione Italiana Classe Dinghy e I Renaioli. La regata, vinta da Uberto Capannoli su Gigiballa, è stata preceduta da un interessante convegno dedicato alle tradizioni marinaresche. Tra le relazioni il nuovo Codice del Diporto e le storie delle barche storiche Gazell e Rabbit.

Di Paolo Maccione
Fotografie di Paolo Maccione 

I Dinghy 12’ in regata sull’Arno

Coppa Ponte Vecchio Firenze 2018 Foto Maccione 1

Una data storica. Venerdì 1 giugno 2018 alcuni Dinghy 12’ in legno hanno regatato per la prima volta sull’Arno a Firenze in occasione della I Coppa Ponte Vecchio. Assistere al passaggio delle imbarcazioni sotto Ponte Vecchio è stato uno spettacolo di vela e marineria come mai se ne erano visti nel capoluogo toscano. L’iniziativa è stata organizzata dall’Associazione Vele Storiche Viareggio in collaborazione con il Circolo Canottieri Firenze, con sede proprio sotto la Galleria degli Uffizi e che ha ospitato la manifestazione, la sezione Dinghy Classico dell’Associazione Italiana Classe Dinghy e I Renaioli, l’associazione fiorentina che promuove la navigazione sull’Arno a bordo dei barchetti storici. Sponsor dell’evento Publiacqua, Picchiani & Barlacchi, autore delle targhe commemorative, e l’Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella, che ha donato i premi ai partecipanti.

I “pionieri” della I Coppa Ponte Vecchio

Coppa Ponte Vecchio Firenze 2018 Foto Maccione 21

Sono stati cinque i Dinghy 12’ intervenuti a Firenze in occasione di questa prima edizione della Coppa Ponte Vecchio: Poldina (1954 – ITA 2359) di Gianfranco Visani, No Dinghy No Party (Cantiere Cranchi 1965 – ITA 1566) di Marcello Corsi, Nashira (Cantiere Riva Ernesto 2012 – ITA 2290) di Fabio Mangione, Gigiballa (Cantiere Patrone 1957 – ITA 2213) di Uberto Capannoli, Obi Wan-Kenobi (Cantiere Leopoldo Colombo 2012 - ITA 208) di Francesca Lodigiani, Segretario della Classe Dinghy 12’. Nel corso della premiazione di fine giornata il toscano Gianfranco Visani, classe 1936, è stato premiato come regatante ‘più diversamente giovane’. Regatare sui Dinghy 12’ all’età di 82 anni non è cosa decisamente per tutti!   

Nashira spezza la forcella del boma

Coppa Ponte Vecchio Firenze 2018 Foto Maccione 23

Non è così semplice regatare sul fiume Arno e quanto successo ne è stata la dimostrazione. La distanza da una sponda all’altra è sempre inferiore a 100 metri e in occasione della regata ha soffiato una brezza sostenuta da nord ovest di intensità pari a circa 7 nodi. Sole, poche nuvole e temperature estive hanno fatto da sfondo alla giornata. Regata finita nel pre-partenza per Nashira di Fabio Mangione, il Segretario della sezione Dinghy Classici che ha percorso 380 chilometri con la barca al traino per non perdersi questo appuntamento. Durante i circling un salto di vento ha provocato un repentino cambio di mura del suo Dinghy e uno scontro con un altro partecipante. Nulla di preoccupante e nessun ferito, ma la forcella in legno del boma di Nashira si è letteralmente spezzata causando il ritiro dell’imbarcazione. Mangione è comunque ripartito nella stessa giornata per partecipare alle regate di classe in Slovenia.     

Vince Capannoli su Gigiballa

Coppa Ponte Vecchio Firenze 2018 Foto Maccione 37

Il percorso prevedeva un percorso a bastone andata e ritorno, di lunghezza totale inferiore a 1000 metri, con partenza di bolina attraverso un cancello composto da due boe arancioni posizionate in prossimità del Ponte alle Grazie, passaggio sotto Ponte Vecchio, prima boa vicino al Ponte Santa Trinita e ritorno al cancello iniziale. Proprio sotto Ponte Vecchio i Dinghy hanno dovuto fare i conti con alcuni salti di vento e l’impossibilità di superare con un unico bordo di bolina l’arcata centrale. Divertiti e incuriositi i turisti che osservavano dall’alto questo spettacolo decisamente inusuale. Più semplice il ritorno, quasi in poppa piena. Primo classificato Gigiballa di Capannoli, seguito da Obi Wan-Kenobi della Lodigiani e da No Dinghy No Party di Corsi.    

Il convegno di marineria, dal Codice della Nautica a Gazell e Rabbit

Coppa Ponte Vecchio Firenze 2018 Foto Maccione 2

La storica regata dei Dinghy 12’ è stata preceduta nel primo pomeriggio da un convegno dedicato alle tradizioni navali organizzato presso le sale del Circolo Canottieri. A un anno dall’evento ‘Vele Storiche sulle rive dell’Arno’ si è ripetuta un’iniziativa dedicata alla marineria tradizionale. Il Capitano di Fregata Giovanni Calvelli, comandante della Capitaneria di Porto di Viareggio, ha illustrato le novità del nuovo Codice della Nautica e in particolare la definizione di ‘nave storica’ (scafi superiori a 24 metri costruiti prima del 1967). Il socio VSV professor Andrea Corvi ha presentato l’imbarcazione Gazell, un 40 mq. svedese del 1935 da lui acquistata recentemente. Roberto Franzoni ha raccontato la storia di Rabbit, il 10,20 metri in ferro del 1965 progettato da Dick Carter e oggi di proprietà di Francesco e Mietta Gandolfi. In quell’anno la barca ha vinto la famosa regata del Fastnet.

L’Argonautica, il barchetto, Raspamota e la storia del Dinghy 12’

Coppa Ponte Vecchio Firenze 2018 Foto Maccione 4

In un viaggio indietro nel tempo, il professor Mauro Marrani ha raccontato la grandiosa parata allegorica fra i Ponti di Santa Trinita e alla Carraia dedicata all’Argonautica di Apollonio di Rodi in occasione delle nozze di Cosimo de’ Medici e Maria Maddalena d’Austria, il 3 novembre 1608. Antonio Bellacci ha presentato Marzocco, il nuovo barchetto costruito dal cantiere Checchi di Massarosa (Viareggio) che, insieme alle gemelle Guelfo e Ghibellino, contribuirà a mantenere viva la tradizione dei navicelli d’Arno che trasportavano la rena prelevata dal fondo del fiume, un tempo impiegata per la costruzione delle case. Il socio VSV, professor Roberto Giacinti, ha trasportato i partecipanti nel 1932 quando, il 15 settembre, fu varata la motonave Fiorenza - primo e finora ultimo “bateau mouches" fiorentino - che, attraccata al Lungarno Corsini, per quasi un decennio navigò tra la pescaia di Santa Rosa e quella di San Niccolò. Francesca Lodigiani e Fabio Mangione hanno chiuso il convegno raccontando una breve storia del Dinghy 12’, nato nel 1913 dalla matita dell’inglese George Cockshott che oggi conta in Italia circa 300 regatanti. Un brindisi sulle rive dell’Arno ha concluso degnamente una giornata storica per la marineria e le tradizioni navali nazionali.

Gallery


NEWSLETTER: Iscriviti

Iscriviti alla nostra Mailing List per rimanere sempre aggiornato.
Italian Arabic English French German Portuguese Russian Spanish

ARCHIVIO BARCHE D'EPOCA

L'archivio storico ha l'obiettivo di fornire a tutti gli appassionati uno strumento utile e facile da consultare, che raccolga le informazioni essenziali sulle barche d'epoca

Vai all'archivio

Archivio BEC Television

Guarda tutti i video della BEC Television

Vai all'archivio