Il primo web-magazine interamente dedicato a barche d'epoca e classiche, yachting, marineria, tradizione navale, velieri, modellismo, cantieristica, restauri e new classic.

fondata

Barche d'epoca e classiche

IL RITORNO DEL BRITANNIA

A Cowes, in Inghilterra, è in corso di allestimento la replica del Britannia. La rinascita di questo yacht a vela lungo 37 metri, appartenuto a re Giorgio V, è stata affidata allo Studio Faggioni della Spezia. La spesa prevista è di circa 2 milioni di sterline e il varo avverrà nei primi mesi del 2014. L’imbarcazione verrà impiegata da una ‘charity’ per fini di beneficenza.
Di Paolo Maccione – Ottobre 2012
Fotografie Archivio Faggioni e Paolo Maccione

Leggi tutto...

CARAVELLE II, LA BARCA CON ANIMA INGLESE NATA A RIMINI

Dopo un restauro effettuato presso il cantiere Morri e Para di Rimini è tornata a navigare Caravelle II, un’imbarcazione Donella Class progettata dal geniale architetto inglese Laurent ‘Jack’ Giles. Varata nel 1963 presso il cantiere Carlini ha da poco ricevuto la certificazione ufficiale del noto Studio inglese.

 

Di Luigi Carlo ‘Didi’ Saulle – Ottobre 2012
Fotografie Archivio Annibali

 

Leggi tutto...

STORIA DI ‘ALEMA’, LA PRIMA IMBARCAZIONE PROGETTATA DAL TRIESTINO CARLO SCIARRELLI CON TIMONE STACCATO

L’Architetto Didi Saulle racconta la storia della barca di famiglia, pietra miliare nella storia della progettazione di Carlo Sciarrelli. Alema, nei primi anni Settanta, diventerà uno degli scafi da battere. Costruita in triplo fasciame di mogano massello, fa base a Chioggia e quando può partecipa ai raduni di barche classiche.

 

Di Luigi Carlo ‘Didi’ Saulle – Luglio 2012
Fotografie di Gianfranco Forza e Archivio Luigi Carlo ‘Didi’ Saulle

Leggi tutto...

La Vaporina del cantiere Ernesto Riva di Como: il video

Vaporina Riva Ernesto Foto Maccione 10La Vaporina del Lago di Como è una delle recenti produzioni del cantiere Ernesto Riva del Lago di Como. Realizzata su progetto dell’ingegnere napoletano Carlo Bertorello è lunga 8 metri ed è costruita interamente in legno. La barca, nata per soddisfare le esigenze di trasporto dei clienti di un grande albergo, è in grado di imbarcare 9 passeggeri e può raggiungere i 20 nodi di velocità. Ecco il video di Barche d’Epoca e Classiche.

Leggi tutto...

Tornare a navigare, questo il suo DESTINY

Destiny 1959 19Dopo un restauro integrale compiuto in Liguria dalla Sanremo Ship il motoryacht di 27 metri Destiny, varato nel 1959 dallo storico cantiere inglese Camper & Nicholsons, è tornato a navigare. Per oltre due anni quasi cento persone sono state coinvolte nelle attività di recupero, che hanno riguardato la parziale sostituzione delle lamiere in acciaio dello scafo e il rifacimento degli interni, in ciliegio e teak ultracentenario. Tra le aziende coinvolte anche la divisione Yachting della ditta fiorentina Riccardo Barthel.

Leggi tutto...

IL MOTOSCAFO DI RAPPRESENTANZA DELL’INCROCIATORE VITTORIO VENETO CERCA NUOVO ARMATORE

Storia del recupero dell’MBN 1054, motoscafo di rappresentanza imbarcato con funzioni di ‘lancia del Comandante’ sull’Incrociatore Vittorio Veneto della Marina Militare. Oggi la barca, restaurata dal veneziano Corrado Scrascia presso il Cantiere Vento di Venezia, naviga ed è in perfetto stato di conservazione. Il proprietario è disposto a cederla ad un nuovo appassionato armatore, amante delle barche in legno che hanno fatto la storia del naviglio della nostra Marina.

Di Corrado Scrascia – Ottobre 2012
Fotografie di Corrado Scrascia e Paolo Maccione

Leggi tutto...

Paola 1954, il recupero di un gozzo marettimaro

Il Gozzo marettimaro Paola 1954 28Paola, ex Leonardo Noto, è un gozzo marettimaro del 1954 che navigava tra la Sicilia e le Isole Egadi. Nel 2017 la barca, lunga 9 metri, è stata ritrovata da Mirco D’Angelo, 42enne vigile del fuoco trapanese con la passione per i recuperi di mezzi storici. Dopo un restauro ‘en plein air’ Paola è tornata in mare per partecipare agli eventi e alle manifestazioni dedicate alla marineria tradizionale. Oggi rappresenta una preziosa testimonianza di un passato che non esiste più.

Leggi tutto...

Che fine farà il San Giuseppe Due?

Il San Giuseppe Due al Cantiere Gallinari di Anzio Foto Maccione

Il San Giuseppe Due, la feluca di 16 metri del 1967 protagonista di due spedizioni antartiche, ha lasciato Anzio via camion, con destinazione l’Arsenale di La Spezia. Dopo anni di immobilismo lo scorso 21 giugno è andato in scena l’ultimo atto. Quale futuro per la storica imbarcazione italiana sulla quale il Comandante Giovanni Ajmone Cat compì due navigazioni polari tra il 1969 e il 1973? Ecco il racconto del giornalista Gianni Loperfido, esperto della storia del San Giuseppe Due.

Leggi tutto...

NEWSLETTER: Iscriviti

Iscriviti alla nostra Mailing List per rimanere sempre aggiornato.
Italian Arabic English French German Portuguese Russian Spanish

ARCHIVIO BARCHE D'EPOCA

L'archivio storico ha l'obiettivo di fornire a tutti gli appassionati uno strumento utile e facile da consultare, che raccolga le informazioni essenziali sulle barche d'epoca

Vai all'archivio

Archivio BEC Television

Guarda tutti i video della BEC Television

Vai all'archivio